LINEE GUIDA PER CERTIFICAZIONI MEDICHE PER LO SPORT NON AGONISTICO

PUBBLICATE LE LINEE GUIDA PER LE CERTIFICAZIONI MEDICHE PER L’ATTIVITA’ SPORTIVA NON AGONISTICA.

L’obbligo di certificazione vale solo per chi pratica attività sportiva non agonistica, ed è stato soppresso l’obbligo della certificazione per chi pratica solo attività ludico-motoria. In pratica queste regole valgono per gli alunni che volgono attività fisico-sportive organizzate dalle scuole al di fuori dall’orario di lezione, a coloro che fanno sport presso società affiliate alle Federazioni sportive nazionali e al Coni (non agonistiche) e a chi partecipa ai Giochi sportivi studenteschi nelle fasi precedenti a quella nazionale. – chi effettua attività sportiva non agonistica deve sottoporsi a controllo medico annuale dal proprio medico di famiglia o dal pediatra di libera scelta o da medico sportivo; – per ottenere il rilascio del certificato è necessaria l’anamnesi e l’esame obiettivo con misurazionedella pressione e di un ecg a riposo effettuato almeno una volta nella vita; per chi ha superato i 60 anni di età e che presenta alti fattori di rischio cardiovascolare, è necessario un elettrocardiogramma basale debitamente refertato annualmente, per coloro che, a prescindere dall’età, sono affetti da patologie croniche conclamate che comportano un aumento del rischio cardiovascolare; B.B. Il medico certificatore dovrà conservare copia dei referti di tutte le indagini diagnostiche eseguite. Sul punto legato agli accertamenti necessari per il rilascio del certificato per l’attività sportiva non agonistica, si è a suo tempo espresso il comitato di esperti nominato dalla Fnomceo prevedendo, oltre a tutte le indagini ritenute necessarie dal medico, la disponibilità almeno di un elettrocardiogramma nella documentazione clinica. Leggi di seguito il decreto compreso gli allegati ove è possibile scaricare copia della certificazione. Ernesto Cappellano

renderNormsanPdf

 

Torna su