La Regione Lazio ha risposto alla diffida Co.Si.P.S.

Sicurezza-alimentareLa Regione Lazio ha inviato ieri una risposta all’atto di significazione e diffida presentata da Co.Si.P.S. a seguito dell’approvazione del DCA U000119/2016 con il quale si affidavano competenze esclusive ai Servizi Veterinari anche per attività di controllo ufficiale su alimenti di origine vegetale.

Ecco il testo dell’e-mail di risposta e il DCA di rettifica

Copia-8449

Buongiorno,

con riferimento all’atto di significazione e diffida pervenutoci in data 23 maggio 2016, comunico che l’esclusione del Servizio IAN tra i destinatari delle disposizioni del decreto è stato frutto di un mero errore materiale e si è prontamente provveduto ad elaborare la rettifica , di cui si allega copia.

Purtroppo, per motivi organizzativi interni alla Regione, il documento non è stato approvato prima della riorganizzazione della Direzione   e quindi dovrà essere riproposto alla firma del Presidente dal nuovo Dirigente della neo Area Prevenzione e Promozione della Salute.

Nel ribadire pertanto che non vi è stata alcuna intenzione di escludere i Servizi IAN dall’applicazione del Reg. CE 2073/05, sarà nostra premura diramare il nuovo atto non appena approvato.

 

Cordiali saluti

 

Rita Marcianò

 

RITA MARCIANO’

DIREZIONE REGIONALE SALUTE E POLITICHE SOCIALI

AREA PREVENZIONE E PROMOZIONE DELLA SALUTE

Torna su