Da Regione poche risorse per la prevenzione

 Dalla Regione Lazio molte ombre e futuro incerto per i Dipartimenti di Prevenzione. Gli stanziamenti di risorse sono inferiori alla media delle Regioni Italiane con difficoltà anche per l’erogazione dei LEA.  Sono intanto in corso riunioni presso gli uffici regionali per elaborare il nuovo decreto da inserire nell’atto di indirizzo per gli atti aziendali. Come ormai è norma per la Regione Lazio , gli incontri sono riservati ai Direttori di Dipartimento senza il coinvolgimento dei sindacati. I Direttori dei Dipartimento sono in gran parte Veterinari con solo tre Medici di cui nemmeno uno appartenente ai SIAN. E proprio il Servizio di Igiene degli Alimenti e della Nutrizione rischia la scomparsa nonostante sia vigente il D.Lgvo 502/92 e comprese le sue modifiche. Anche il Tavolo Ministeriale che ha esaminato a Luglio le proposte per il riordino della Sanità del Lazio ha conclòuso che il Dipartimento di Prevenzione deve mantenere l’assetto previsto per legge. Ma qualcuno, più realista del Re pensa di poter decidere in autonomia senza sentire i Ministeri e le Organizzazioni Sindacali.  Di seguito il comunicato stampa del COSIPS con le prime riprese dalla stampa. Come al solito resisteremo in tutti i modi consentiti. Ernesto Cappellano

P.S. Il bambino in foto non sono io, ma la Regione faccia mente locale sui successi in questi anni di interventi di prevenzione nutrizionale  che hanno dato lustro ai nostri dipartimenti.

comunicato stampa prevenzione

http://www.agenparl.it/articoli/news/economia/20140218-sanita-lazio-cosips-regione-agli-ultimi-posti-per-risorse-investite

http://www.agenparl.it/articoli/news/economia/20140218-sanita-lazio-cosips-regione-agli-ultimi-posti-per-risorse-investite

http://attual.it/notizie/sanita-cosips-da-regione-lazio-poche-risorse-per-prevenzione

Torna su